Internazionalizzazione del sito web: quante lingue sono necessarie?

Junge Menschen mit Flagge

In questa era di globalizzazione, in cui tutto il mondo è collegato in rete, il posizionamento internazionale gioca un ruolo decisivo per le aziende. E per questo il vostro sito web è fondamentale. 

 In quante lingue dovrebbe essere offerto? Ha senso presentare un sito web multilingue?

Il ruolo dei siti web nel mondo moderno

La propria presenza sul web è diventata sempre più importante nel corso degli anni. In passato un sito web serviva a presentare l'azienda in modo superficiale, ma oggi funziona come un'area di vendita diretta di beni e servizi.

Un'azienda può essere trovata in tutto il mondo tramite il sito web, a qualsiasi ora del giorno e della notte. Questo perché, a differenza del contatto personale, possibile solo durante gli orari di apertura, o di una chiamata a cui si risponde solo in determinati orari, un sito web può essere raggiunto in qualsiasi momento.

È sufficiente una traduzione in inglese?

Ci si chiede subito se sia sufficiente che il sito web sia disponibile esclusivamente nella lingua nazionale della vostra azienda o se valga la pena di tradurlo in altre lingue. L'internazionalizzazione del vostro sito web è infatti un'impresa lunga e costosa che deve essere considerata con attenzione.

L'inglese è parlato attivamente da un gran numero di persone in tutto il mondo e compreso da molti altri, almeno passivamente. È quindi sufficiente che la traduzione dei contenuti del vostro sito web sia disponibile in inglese o dovete considerare tutte le lingue di un possibile paese di destinazione?

E una volta deciso il numero di lingue, deve essere tradotto l'intero sito o è sufficiente offrire una selezione delle pagine più importanti in diverse lingue?

In questi casi l'ideale è rivolgersi a un'agenzia di traduzione professionale, che non solo conosce le possibili lingue di destinazione, ma anche le caratteristiche culturali dei rispettivi paesi.

A volte può accadere che l'inglese sia compreso da gran parte della popolazione del paese di destinazione desiderato, ma i vostri clienti preferiscono essere informati sulle offerte e, soprattutto, fare acquisti nella loro lingua madre.

Business-to-Consumer (B2C) vs Business-to-Business (B2B)

Se siete attivi nel settore B2C, è bene sapere quanto segue: in generale il cliente si sente più sicuro della propria lingua e può valutare meglio il fornitore. Percepirà la vostra azienda come più rispettabile se comunicherete con lui nella sua lingua, ed è quindi anche disposto a fare acquisti più costosi su Internet.

Questo ha a che fare con il bisogno di sicurezza dell'individuo. Ci sono culture in cui questa esigenza è meno marcata, per cui le persone di queste culture sono più disposte a correre dei rischi, anche se si tratta solo di ordinare un articolo in una lingua straniera su Internet, che potrebbe non soddisfare le aspettative in seguito.

Nel settore B2B è più facile essere convincenti anche se il vostro sito web è disponibile solo in inglese, perché molte aziende operano a livello internazionale e comunicano in inglese. Ma anche in questo caso, una scelta più ampia di lingue dimostra rispetto e apprezzamento per i vostri potenziali clienti. Vi presenterete come cosmopoliti e sicuri di voi, pronti a fare affari con clienti di altri paesi.

Il vostro gruppo target principale

Un fattore cruciale quando si considera il numero di lingue in cui si dovrebbe offrire il proprio sito web è il target principale, sia che si tratti di altre aziende che di clienti finali.

Volete rivolgervi consapevolmente ai clienti all'estero, possibilmente in modo molto specifico ai clienti di determinati paesi, oppure la vostra attività principale si trova in un unico paese e i clienti di altri paesi hanno maggiori probabilità di essere un ulteriore vantaggio? Oltre a questa domanda, è determinante anche la dimensione della vostra azienda.

  • Non è necessaria la traduzione

    Se avete appena fondato la vostra azienda con un'idea innovativa o lavorate come freelance, è sufficiente offrire il vostro sito web solo nella lingua locale. Se la vostra azienda dovesse svilupparsi positivamente nel periodo successivo, potete comunque prendere in considerazione una traduzione in altre lingue.

  • Traduzione in inglese utile

    Una traduzione in almeno un'altra lingua - di solito l'inglese - è utile per le aziende più longeve, se è molto probabile che ci sarà o c'è già un fatturato all'estero. Le vendite all'estero dovrebbero rappresentare circa un quarto delle vendite totali. Se avete in programma di espandervi all'estero, o se avete già un negozio al dettaglio e ora volete vendere i vostri beni e/o servizi su Internet, può avere senso offrire il vostro sito web anche in inglese.

  • Traduzione nelle lingue dei principali paesi di destinazione raccomandata

    D'altra parte, se gestite una grande azienda che genera circa la metà del suo fatturato totale all'estero, dovreste assolutamente far tradurre il vostro sito web nelle lingue dei principali paesi di destinazione. Questo ha senso anche se volete aprire filiali all'estero o lo avete già fatto.

Può essere difficile identificare chiaramente la necessità di traduzione. La vostra agenzia di traduzioni vi aiuterà con la sua pluriennale esperienza internazionale e vi fornirà consigli e assistenza per l'internazionalizzazione del vostro sito web.